Aiello - CITTADE Associazione Civica Battipaglia

Vai ai contenuti

Aiello

Studio Emiliano AIELLO Project
Riqualificazione urbana ed ambientale della rotatoria ex ANAS - uscita autostrada SA-RC”
Relazione tecnico-illustrativa
Introduzione
Il processo iniziale adottato per la riqualificazione urbana ed ambientale della rotatoria, parte con l’analisi della pianificazione territoriale e urbanistica ai diversi livelli di definizione, fino ad arrivare alle aree d’intervento, in modo da permettere di “respirare” la storia del luogo ed immaginarne una nuova forma, ottimizzata e valorizzata. Il momento ideativo del progetto prende avvio dalle analisi suddette per procedere all’individuazione delle principali linee progettuali:
‣ disegnare nuove configurazioni urbane per la definizione di una città del futuro verde ed ecologica;
‣ potenziamento e valorizzazione del verde urbano;
‣ comfort ambientale e fruibilità urbana;
‣ corridoi ecologici pedonali, ciclabili e carrai;
‣ connessione e collegamento tra l’area di intervento e i paesi adiacenti di Battipaglia e Belvedere;
‣ aree verdi come zone di integrazione e attività sociale.
Scelte progettuali e criteri adottati
L’idea di intervento nasce dall’esigenza di migliorare la sicurezza e la circolazione per tutti gli utenti della strada e
contestualmente ridurre l’impatto ambientale che il traffico veicolare produce.
L’intenzione progettuale è di creare una maggiore fruibilità e coinvolgimento della cittadinanza, oltre che valorizzare l’esistente, rispettando lo stesso principio di salvaguardia della biodiversità e di integrazione con l’ambiente circostante. L’obiettivo è di contribuire alla realizzazione di un complesso ecologico e durevole con materiali del luogo, agevolmente carrabile e con bassi costi di manutenzione, oltre a trovare una soluzione visivamente piacevole per i fruitori.
L’uso di materiali ecocompatibili, anche provenienti dal riciclo di materiali derivati da attività di costruzione e demolizione, privilegiando l’uso di materiali locali, vede il suo impiego nella realizzazione delle strutture in legno e nella pavimentazione delle aree di intervento aperte e coperte. Tra i materiali locali si è scelto di usare la pietra cilentana il cui aspetto rustico ma caldo ed accogliente, ben si sposa con il paesaggio che circonda l’area di progetto e si presta alla definizione degli spazi caratterizzandoli e differenziandoli attraverso una diversa lavorazione e dimensione delle pietre
usate. La nascita già da anni di diversi Consorzi per la Raccolta, il Riciclaggio ed il Recupero dei Rifiuti di Imballaggi in Plastica, in Legno ed di altri materiali che possono avere una “seconda vita” favoriscono minori costi di realizzazione dell’opera ed una maggiore attenzione al rispetto ed alla conservazione dell’ambiente naturale. Si è scelto quindi l’uso di materiali ecocompatibili e di riciclo anche per la realizzazione degli elementi dell’arredo urbano. L'immagine di una città dipende infatti da tanti fattori, uno dei più evidenti è sicuramente l'arredo urbano al quale generalmente si attribuisce però solo una funzione estetica e non di salvaguardia dell’ambiente.
Di pari importanza alla funzione estetica è la funzione di organizzazione dello spazio, creazione di percorsi, di aree di sosta, percorsi preordinati.


Tutte queste funzioni determinano la fruizione degli spazi urbani da parte dei cittadini e l'immagine della città. Ecco, quindi, l'importanza della progettazione dell'arredo urbano non come disseminazione di oggetti, ma come studio integrato tra aspetti estetici e funzionali all'uso della città, con il fine ultimo di aumentare la qualità. Estetica e funzione sono obiettivi inscindibili della progettazione e l'arredo urbano diventa tessuto connettivo delle diverse aree.
Le azioni, che compongono il presente progetto, finalizzate alla riqualificazione dell’area, possono essere così sintetizzate:
la creazione di due porte/varchi di ingresso, con ascensori, che fungono sia da accesso sicuro all’area verde che di attraversamento, ma anche e soprattutto di cerniera, di collegamento, di allacciamento dei due paesi adiacenti. Con questa soluzione i rischi degli utenti/pedoni sono del tutto eliminati, l’attraversamento avviene senza interferire con la viabilità autostradale. Inoltre i varchi rappresentano un elemento, un segno distintivo.
Una terza porta invece è di collegamento con l’area a latere della rotatoria, pensata come area commerciale di servizio,
si è predisposto uno spazio/padiglione, un expo permanente, per strutture mercatali, per bancarelle e dehors estivi, aprendo così l’area anche a eventi quali: mercati, mercatini di Natale, manifestazioni culturali, sagre ecc., per promuovere i prodotti artigianali legati al territorio. Anche per il padiglione si è previsto l’uso di pannelli fotovoltaici per ridurre il consumo del fabbisogno elettrico della struttura.
La vicinanza con l’ospedale, e la predisposizione dello spazio a latere come esposizione permanente, nonché la posizione della stessa rotatoria, anch’essa rappresenta un varco/ingresso alle località turistiche dei paesi vicini, molto ambite e rinomate, ci ha suggerito la necessità di prevedere un parcheggio interrato, che permettesse sia agli utenti dell’ospedale che ai visitatori di passaggio nonché agli stessi abitanti dei paesi di Battipaglia e Belvedere, di usufruire di un parcheggio, progettato per 250 posti auto e 5 per autobus e/o roulotte, raggiungibile per i pedoni attraverso gli ascensori che prevedono una fermata per l’accesso all’area verde attrezzata ed una fermata ai parcheggi. Mentre l’accesso e l’uscita carrabile sono quelli previsti dal bando.
Per l’illuminazione del parcheggio interrato si è previsto l’uso di un sistema rispettoso dell’ambiente attraverso l’impiego di tunnel solari incassati nella pavimentazione stradale e calpestabili che permettano di usare la luce naturale.
Anche l’illuminazione pubblica impiega una tecnologia a costo zero per il consumo di energia elettrica grazie all’uso di Lampioni fotovoltaici a LED.
L’area verde attrezzata ha rilevanti potenzialità di trasformazione ed è facilmente raggiungibile da tutti i punti della città, essendo in posizione baricentrica rispetto al perimetro urbano edificato. La disposizione del verde, degli attraversamenti pedonali e ciclabili deve tener conto anche delle dimensioni dell’area e della necessità di limitare il fenomeno “isola di
calore” che contraddistingue gli ampi spazi da attraversare. La previsione di aree attrezzate con fontane a raso pavimento, lasciando inalterato lo spazio pedonale, hanno un sicuro effetto scenografico, una riduzione dell’effetto del calore sulle superfici e costituiscono un’attrazione ludica per i bambini. Anche il sistema per la raccolta e l’uso delle acque bianche attraverso una pavimentazione con pannelli orsogrill dei marciapiedi pedonali ed un apparato di raccolta e di ridistribuzione contribuisce a rendere ecocompatibile l’impianto di irrigazione previsto per le aree verdi ed il funzionamento delle fontane e degli specchi d’acqua.
La proposta di riqualificazione dell’area di risulta nasce pertanto dalla evidente necessità di recuperare e restituire alla città uno spazio nel quale sono state dismesse da tempo le funzioni originarie con una coerente destinazione e caratterizzazione dei luoghi.
L’obiettivo è quello di progettare e realizzare un nuovo luogo rappresentativo della città, un luogo caratterizzato da un esteso parco urbano, e da un parcheggio pubblico.
Si tratta di un’area sostanzialmente pianeggiante, di rilevanti dimensioni, per la quale non esistono quindi in linea di principio particolari restrizioni fisiche. L’area ha inoltre l’importante caratteristica di essere quasi interamente libera.
L’area è un’importante nodo di mobilità, non solo per quella privata in ambito urbano.
Studio Economico-Finanziario Per La Costruzione E Gestione Dell’area Gestione e Ritorno Economico per quanto attiene il calcolo dei benefici diretti, intendendo con essi quelli immediatamente quantificabili e monetizzabili, diversi cioè dalle cosiddette “ricadute positive” che, sebbene massicciamente presenti sarebbero di difficile quantificazione e classificazione ed il cui calcolo per complessità e per ambito esorbiterebbe dai limiti del nostro studio, ci si è mossi considerando le molteplici voci presenti nella totalità dell’opera e che sommate potranno produrre un costante e solido reddito nel tempo.
In primis il parcheggio videosorvegliato ed assistito capace di offrire un sicuro luogo di sosta all’eterogenea utenza che vi confluirà nei diversi periodi dell’anno. Infatti esso servirà non solo il vicino ospedale, i limitrofi centri abitati, il padiglione espositivo posto a latere, ma sarà anche e soprattutto luogo di sosta per i tanti vacanzieri, camperisti e non, che per almeno cinque mesi all’anno transiteranno in gran numero lungo la SS 18. Qui mi ricollego all’altra voce reddituale consistente nel aver attrezzato per costoro il parcheggio con colonnine per corrente elettrica, acqua potabile e servizi igienici, e il soprastante verde attrezzato con aree pic-nic al coperto dotate di barbecue temporizzati attacchi acqua e sedute.
Altri benefici poi proverranno dal fitto del padiglione e piazza antistante utilizzabili per le più svariate convencions promozionali.
Si è stimato che una tale operazione introiterebbe nelle casse comunali almeno 3˙850,00 €uro giornalieri ai quali ovviamente andranno sottratti un aliquota pari al 15% assorbita fra manutenzione e gestione dell’intera impresa; ciò significa che in un anno, al netto delle spese si avrà un utile di circa 1˙194˙462,5€URO capaci in 15 anni non solo di restituire il costo iniziale ma anche di produrre un discreto margine di guadagno.
Costi di massima dell’intervento
Così come richiesto nel bando si è provveduto ad esemplificare le categorie di lavoro in macrotipologie di intervento come riportate nella sottostante tabella:
Scavi: 580.000 €
Costruzione,Verde, trasporto e scarico in zona 15.000.000 €
Costo complessivo intervento 15.580.000,00 €
tutti i diritti riservati © CITTADE Associazione Civica
2017 arimat8789 & Cittade
CITTADE Associazione Civica
Via Verona, 4
84091 Battipaglia - Sa
+39 123 456.789.12
Torna ai contenuti