GIOVANI - CITTADE Associazione Civica Battipaglia

Vai ai contenuti

GIOVANI

" Sempre vi è stato detto che il lavoro è una maledizione e la fatica una sventura.  
Ma io vi dico che quando lavorate esaudite una parte del sogno più remoto della terra,  
che vi fu dato in sorte quando il sogno stesso ebbe origine.  
Vivendo delle vostre fatiche,  
voi amate in verità la vita.  
E amare la vita attraverso la fatica è comprenderne il segreto più profondo."  
Kahil Gibran  


 Vorrei partire da questo per raccontare quanto il lavoro sia importante in maniera primordiale nella vita dell uomo.
 Vorrei poter con forza e tenacia dire Lavoriamo duro, tanto, forte , viviamo questa vita e non lasciamoci vivere.
 Vorrei poter toccare la spalla di ognuno di noi e darne energia, grinta, volontà.
 Ma non posso.
 Posso però raccontare chi sono i lavoratori di oggi. Giovani promessi Uomini che sbattono contro un muro eretto da generazioni passate.  Siamo stati derubati del nostro futuro.
 La corruzione il poco amore per la propria terra, Patria , persino il poco amore per i propri figli ci ha reso Futuri Uomini Invisibili.
 Una terra arida innaffiata da acqua contaminata di slogan multimediali che hanno avvelenato l'Onestà, La Verità,  La Giustizia.
 Le tre piante che regolano la primavera del nostro Futuro.
 Parlo di queste cose e penso a quando da ragazzina gli argomenti di preoccupazione erano la Questione Meridionale , il Sud e il Lavoro.
 Oggi a distanza di 20/25 anni posso dire che dopo averne parlato e sentito parlare fino alla nausea una novità c'è.  
 A questo Mondo dico Benvenuto al Sud.
 Io giovane tra i giovani guardo a un futuro che non c'è. E non è che non c'è perché non lo voglio vedere . No. Mi spiace. Ho lottato e lotto ogni sacrosanto giorno per conquistarne un  pezzetto solo. Lo dico perché ancora oggi i giovani di allora continuano nella folla corsa di azzerare tutto per tutti. Persino per i loro figli.
 Folli.
 E i miei compagni di viaggio,  i Giovani Di oggi , sono sotto effetto di soporiferi slogan che  li educano alle cose sbagliate. A obiettivi sbagliati. La luna nel pozzo non è la Luna.
 Ma com'è stato possibile tutto ciò?
 Voglio una risposta. Voglio un confronto. Non fatto di accuse. Con quelle ormai non si va da nessuna parte. Voglio l'occasione di Aggiustare il tiro. Perché si può. Si Deve.
 È  mio e nostro Dovere fare quanto è Giusto per anche una sola Possibilità COMUNE di futuro.
 Riparto da qui.

tutti i diritti riservati © CITTADE Associazione Civica
2017 arimat8789 & Cittade
CITTADE Associazione Civica
Via Verona, 4
84091 Battipaglia - Sa
+39 123 456.789.12
Torna ai contenuti